COGEFIM - Intermediazione Aziendale Immobiliare

Cogefim: società leader in Italia nel campo della intermediazione aziendale ed immobiliare - blog - opinioni - pareri - recensioni - forum

Le news di Cogefim

TURISMO IN ITALIA: NUMERI IN AUMENTO E QUALITA’ CRESCENTE

Sempre più i turisti in visita nel Bel Paese, numeri in forte crescita ed un piano strategico che vede la nazione unita su tutti i fronti

 

Il 2017 mette a segno un incremento del 5,9% del turismo in Italia, confermando il settore uno dei maggiori trampolini di lancio per la ripresa economica del paese.

Il trend positivo riguarda un po’ tutta l’Europa, che con un tasso di crescita del +5,1% e 3,2 miliardi di notti rilevate (Eurostat), si riconferma prima destinazione a livello mondiale. Il tasso di crescita italiano, però, è addirittura al di sopra di quello del vecchio continente, portandosi anche al di sopra di Francia e Germania con un massiccio aumento delle prenotazioni da parte di stranieri (50% nell’ultimo anno) ed un +4,5% sul numero totale degli arrivi.

I dati più incoraggianti sono quelli riguardanti la redditività del turismo: da gennaio a novembre del 2017 la spesa dei turisti stranieri è cresciuta di +7% (Banca d’Italia), per un ammontare complessivo di 37 miliardi di euro, con un aumento degli arrivi da 3,9% a 5,2%, una crescita più alta dei movimenti turistici interni.

Da traino fanno le regioni del sud Italia, con un aumento della spesa da parte di stranieri di +23,5% rispetto al 2016.

Le prospettive di crescita sono ancora più rosee, stando alle stime di UNWTO (organizzazione mondiale del turismo) che prevede una media di +4% fino al 2030 ed a quelle del Ciset (Centro Internazionale di Studi sull’Economica Turistica) che vede un +4,7% di arrivi internazionali in Italia già entro fine 2018.

In aumento anche il traffico di viaggiatori nei principali aeroporti italiani (+6,4% secondo Assoeroporti) e su treni ad alta velocità ed intercity (+18,3%, Travelnostop).

L’aumento di flussi, prenotazioni e pernottamenti ha fatto in modo che ad essere riportata in auge fosse, innanzitutto, la reputazione della nazione come meta turistica. Stando alle recensioni di Tripadvisor, 5 su 10 delle mete più apprezzate sono tutte italiane. Roma, Venezia e la Toscana detengono il primato come posti da visitare spendendo meno di 150 dollari a persona.

Tra i primi posti anche nei trends di ricerca di Google per il 2017: Roma sempre in prima linea tra le città più cliccate, aumenti anche per Napoli (+25%), Firenze (+10%) e Milano (+8%).

L’ultimo quinquennio ha rappresentato per l’Italia un periodo di forte consolidamento e crescita, in quanto il settore ha dovuto far fronte ad una depressione, soprattutto interna, dettata dalla crisi economica.

Questa crescita ha determinato un forte aumento della spesa da parte di stranieri, che negli ultimi cinque anni è aumentata di oltre il 15%. Tutto questo ci porta a poter tranquillamente asserire che il turismo è settore trainante per la completa ripresa economica del paese: gli arrivi sono aumentati del 17,8% e le presenze del 12,1%.

Il trucco, adesso, è andare avanti: confermare i progressi conseguiti dalla nazione ed andare avanti migliorando le qualità ed i fattori di competitività, potenziando la fruizione economica del nostro patrimonio ed accrescendo la produttività. Proprio a tal fine si è finalmente stilato un Piano Strategico del Turismo 2017-2022 adottato dal MiBACT (Ministero per i beni e le attività culturali) per agire su leve quali qualità, diversificazione dell’offerta, competitività, tecnologie, marketing ed organizzazione.
Attualmente l’Italia ha in cantiere oltre 50 progetti e 600 milioni di euro di finanziamento oltre ai fondi Cipe approvati a febbraio di quest’anno e l’investimento da parte delle Camere di Commercio di oltre 36 milioni in tre anni. Finalmente le parti si coalizzano per giocare insieme facendo convergere fonti finanziarie differenti soprattutto attraverso la coordinazione di città metropolitane, comuni e regioni. 

La collaborazione tra i vari Ministeri è fondamentale per poter coprire la poliedricità del settore ed i vari campi che lo stesso tocca, infatti sono state avviate collaborazioni con MAECI (Vivere all’Italiana e Destinazione Italia), MIT (Piano Straordinario della mobilità turistica e rete delle ciclovie turistiche), MIPAAF (Anno del cibo), MISE (Impresa 4.0 e Digital Heritage), Ministero della Salute (Turismo sanitario), Ministero dell’Ambiente (Turismo sostenibile nelle aree protette), MIUR (Borghi italiani e Settimana della cucina italiana) e Agenzia del Demanio (Bandi Cammini e Percorsi).

I nuovi piani strategici stanno funzionando anche da sprone per investimenti imprenditoriali, sia per grandi entità come Ferrovie dello Stato, Banca Intesa, Unicredit ed Enel sia per realtà più piccole (come confermano le grandi società di intermediazione immobiliare aziendale come Cogefim srl). Tali investimenti portano il paese ad avere un’entità ed una garanzia che il settore pubblico da solo non sarebbe in grado di dare.

A puntare sul “brandi Italia” sono anche i grandi operatori internazionali: Airbnb ha lanciato “italian villages” e TripAdvisor punta sempre di più sulle bellezze del paese, creando itinerari appositi.

 

 

 

 

 

« Torna all'archivio

Le nostre proposte su altri media

Il Sole 24 Ore
La Repubblica Affari & Finanza
Il Giornale
Libero
L'Ammonitore
Bar Giornale
Hotel Domani
Ristoranti d'Italia

Referenze Cogefim - Spazio Pubblicitario

Oltre tre milioni di visitatori hanno visitato il nostro sito!

Da oltre 30 ANNI il nostro lavoro è vendere aziende

* Promozione Vendite Aziendali Immobiliari - Ricerca Soci Attivi o di Capitale - Sopralluoghi - Perizie - Consulenze - Intermediazione Aziendale Immobiliare

Cogefim srl - VIa Arimondi,5 20155 MIlano - C.F. e P.I.: 06474020150 - CCIAA di Milano 1099688 - Trib. di Milano reg. soc. n. 214039 - PEC cogefimsrl@legalmail.it